Home

Preseleziona la ricerca

Le ricette di Logo Pagine Belle

Cartellate

Dolci di Natale originari della Puglia, le cartellate sono una sorta di cestini di pasta fritta dorata arricchite da miele, frutta secca e confettini colorati preparate anche in Basilicata e in alcune zone della Calabria. La forma ricorda l’aureola o le fasce del Bambino Gesù o forse la corona di spine della Crocefissione, mentre il nome potrebbe derivare dalla parola greca “kartallos” = cesto o paniere a forma appuntita. L' origine è antichissima: una loro rappresentazione è, infatti, stata riscontrata in una pittura rupestre del VI secolo a. C. nei dintorni di Bari.

Ricetta - Cartellate

Ingredienti

500 g di farina 00
125 g di olio di oliva extravergine
100 g di vino bianco
1/2 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale
100 g di miele
1 scatola di zuccherini colorati
mandorle tritate
gocce di cioccolato fondente

  • Tempi di
    preparazione 60' min
  • Difficoltà
    di elaborazione
  • Posti a
    tavola x 10
  • Tipologia di
    cottura

Preparazione

Impastiamo la farina setacciata con il vino bianco appena riscaldato, l’olio, lo zucchero e il sale fino a ottenere una pasta omogenea. Dopo averla lasciata riposare 30 minuti stenderemo in una sfoglia sottile pochi millimetri. La tagliamo, quindi, in strisce larghe 3 cm e procediamo richiudendo e arrotolando ogni striscia su se stessa formando una sorta di cestino e pizzicandola lungo tutta la lunghezza.

Disponiamo, quindi, le cartellate su una teglia coperta da carta forno e inforniamo in forno preriscaldato a 180° per 15-20 minuti e le estraiamo quando iniziano a dorarsi. Scaldiamo, infine, il miele in un pentolino e lo versiamo sulle cartellate che guarniremo con confettini di zucchero colorati, mandorle e gocce di cioccolato a piacere.
 

Valentina Sanesi

La tua ricetta sul nostro portale

Se sei un cuoco, se ami la cucina,
se possiedi la ricetta della nonna
condividila con noi!

Inviaci una ricetta

Lascia un commento

Commenti e consigli dei visitatori:

viviana11/12/2013 10:14

Che carine, le voglio! Peccato che vivo a MIlano...grazie per la ricetta, me le farò da sola!